Bangkok affonda

Bangkok sta affondando sotto il peso dei suoi grattacieli.

Troppi, troppo alti e troppo pesanti: i grattacieli di Bangkok, spuntati come funghi negli ultimi decenni, stanno contribuendo a far “sprofondare” la capitale thailandese.

Costruita su terreni un tempo paludosi a circa 1,5 metri sul livello del mare, è una delle aree urbane più colpite del mondo da eventi cataclismatici, insieme ai colossi del Sud-Est asiatico come Jakarta e Manila.

“Quasi il 40 per cento” di Bangkok sarà inondato già nel 2030 a causa delle forti precipitazioni e dei cambiamenti climatici in atto, secondo un rapporto attuale della Banca Mondiale.

Al momento, la capitale “sta affondando circa 1,5 centimetri l’anno con il rischio di enormi inondazioni nel prossimo futuro”.

I mari nel vicino Golfo di Thailandia sono in aumento di quattro millimetri all’anno, ben al di sopra della media globale.

La città è già in gran parte sotto il livello del mare e gli esperti affermano che l’urbanizzazione incontrollata e le coste in erosione lasceranno Bangkok e i suoi residenti in una situazione critica.

Con il peso dei grattacieli che contribuiscono alla progressiva discesa in acqua della città, Bangkok è diventata una vittima del suo frenetico sviluppo.

A peggiorare le cose, i canali che solevano attraversare la città sono ora stati sostituiti da intricate reti stradali, ciò significa che Bangkok potrebbe essere raggiunta da mareggiate da sud e inondazioni monsoniche da nord.

Oggi il governo sta cercando di mitigare gli effetti del cambiamento climatico, costruendo una rete di canali municipali fino a 2.600 chilometri con stazioni di pompaggio e otto tunnel sotterranei per evacuare l’acqua in caso di disastro.

Queste modifiche saranno sufficienti?

Quando si seleziona un Paese per effettuare un investimento immobiliare, è fondamentale prevedere la stabilità e la sicurezza che questa nazione può garantire, in modo tale da proteggere e valorizzare il nostro investimento.

Gli eventi climati, non sono da sottovalutare e nel futuro diventeranno sempre più parte fondamentale nella selezione delle zone d’investimento.