Il-boom-del-turismo-alimenta il mercato-immobiliare-della-Repubblica-Dominicana

Il boom del turismo alimenta il mercato immobiliare della Rep. Dominicana.

Il mercato immobiliare residenziale della Repubblica Dominicana sta crescendo rapidamente, grazie alla forte crescita del turismo e all’arrivo di hotel di lusso internazionali e boutique. I turisti non residenti in soggiorno sono saliti del 3,8% nel 2017 a quasi 6,2 milioni, nonostante gli uragani Irma e Maria, che hanno causato voli cancellati dai principali paesi di origine turistica, mentre gli arrivi delle crociere sono saliti del 36,9% y-o-y nel 2017 a 1,107966 persone. La Repubblica Dominicana ha una popolazione di appena 10,2 milioni di persone e un PIL pro capite di US $ 7,360 nel 2017, secondo l’FMI.

Non ci sono restrizioni sulla proprietà d’acquisto degli stranieri. “I turisti vengono per il surf e il windsurf, e molti di loro finiscono per comprare anche case qui”, dice Josefina Covents dell’agenzia Josefina Covents y Asoc con sede a Cabarete.

A parte la sua reputazione come paradiso fiscale e lunghe distese di spiagge bianche sabbiose e una temperatura mite, i compratori di case stranieri sono attratti perché la proprietà è ancora un affare, rispetto al resto dei Caraibi. Un appartamento con una camera da letto di nuova costruzione vicino a una spiaggia può essere acquistato per soli US $ 150.000 o meno.

Gli investimenti immobiliari stranieri sono inoltre incoraggiati da incentivi che, secondo l’ufficio del turismo del paese, includono:

  1. 1. È garantita la riscossione di redditi da pensione da fonti straniere esenti da imposte, inclusi gli spostamenti di proprietà nel paese (legge 171-07 sugli incentivi speciali per pensionati e persone di mezzi indipendenti). 2. Gli acquirenti stranieri ricevono un’esenzione del 50% dalla tassa di proprietà.
  2. Esenzione dalle imposte su dividendi e interessi attivi, generati all’interno del paese o all’estero.
  3. Gli acquirenti stranieri ricevono un’esenzione del 50% dalle imposte sui mutui, quando i creditori sono istituti finanziari regolati dalla legge finanziaria monetaria dominicana.
  4. Esenzione dal pagamento delle tasse per articoli domestici e personali.
  5. Esenzione dalle imposte sui trasferimenti di proprietà.
  6. Esenzione parziale sulle tasse automobilistiche.
  7. Gli investitori sono sollevati da tutte le tasse nazionali e comunali per dieci anni, compresa la tassa sul trasferimento della proprietà al primo acquirente di una proprietà, dalla legge 158-01 sull’incentivo al turismo.

Gli stranieri sono inoltre incoraggiati da un’economia forte, un governo stabile, un’infrastruttura in miglioramento e un facile accesso tramite i suoi tre aeroporti internazionali.

Siete pronti ad investire in Repubblica Dominicana?