Neom arabia saudita

L’Arabia Saudita vuole costruire una “città del futuro”.

Si chiamerà Neom e sarà grande quasi quanto il Belgio.

Nel 2017 il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman, annunciò la costruzione di una nuova futuristica città al confine tra Arabia Saudita, Egitto e Giordania, che nelle sue intenzioni sarebbe dovuta diventare la più grande smart city al mondo.

La città si sarebbe chiamata Neom (una fusione del prefisso neo, che in greco antico significa “nuovo”, e la parola araba mustaqbal, che significa “futuro”), sarebbe stata grande circa 26.500 km2 e la sua costruzione avrebbe richiesto 500 miliardi di dollari (circa 450 miliardi di euro).

Alcuni giorni fa il Wall Street Journal ha rivelato maggiori particolari su come sarà effettivamente questa città, che dovrebbe essere grande quasi quanto il Belgio. Secondo quanto contenuto nelle 2.300 pagine dei documenti confidenziali delle società di consulenza che stanno partecipando al progetto, e che sono stati visti dal giornale, Neom dovrebbe avere taxi volanti, un sistema per portare pioggia anche nei periodi più aridi, camerieri robot nelle abitazioni, spiagge con sabbia che si illumina di notte, un parco a tema con dinosauri robot e una luna artificiale, tra le altre cose.

Nonostante Neom dovrebbe sorgere in pieno deserto, sarebbe circondata da campi coltivati. Dovrebbe adottare infatti un sistema di cloud seeding, una tecnica che permette di ottenere precipitazioni artificiali tutto l’anno, e il clima dovrebbe essere più fresco che in altre città arabe. I documenti inoltre mostrano come Neom miri a diventare uno dei principali poli al mondo per l’impresa, ospitando le sedi di grandi aziende occidentali, come Amazon e Tesla, e offrendo loro l’utilizzo gratuito dell’energia elettrica per incentivarle.

I piani dell’Arabia Saudita per Neom riguardano anche il miglioramento dello stile di vita dei futuri abitanti della città: i residenti, secondo quanto si legge nei documenti, non avranno «nessuna malattia dovuta al lavoro o allo stress» e Neom sarà la città con il più alto PIL pro capite al mondo e il più alto numero di ristoranti con stelle Michelin per abitante.

Dai documenti non si evince una data certa dell’inizio dei lavori di realizzazione della città, ma si sa con certezza che è stato richiesto agli abitanti della zona di trasferire le proprie abitazioni entro il 2022.

Vedremo se il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman riuscirà nel suo ambizioso progetto futuristico.