Possibile bolla immobiliare in Canada?

Real estate, possibile bolla in Canada?

Quanto il mondo economico e finanziario sia rimasto scottato dalla crisi dei mutui subprime lo si evince da quanto spesso tenga sotto controllo i mercati immobiliari, domandandosi quale potrebbe essere il prossimo protagonista di una bolla speculativa. Una delle ricerche più recenti è firmata Bloomberg, e individua quelli che potrebbero essere i Paesi più esposti al rischio bolla immobiliare.

Secondo lo studio, ad essere potenzialmente a rischio è il Canada: Paese che hanno conosciuto uno straordinario sviluppo nel real estate e soprattutto una enorme rivalutazione dei prezzi, che potrebbe però rovinosamente sgonfiarsi.

Per costruire la mappa delle possibili bolle immobiliari in arrivo, l’economista Niraj Shah ha analizzato il rapporto tra prezzi immobiliari e redditi, i prezzi corretti per l’inflazione e il livello di prestiti alle famiglie.
Il risultato ha mostrato appunto che il Canada sembra avviato su un sentiero insostenibile, dato il costo dell’abitare più alto rispetto ai salari.

Misure di protezionismo e di impedimento all’acquisto di case da parte di stranieri sono già state attivate in Canada, ma potrebbero non essere sufficienti. Secondo Shah, le politiche monetarie di taglio dei tassi da parte delle banche centrali potrebbero ulteriormente spingere il mercato verso l’acquisto, alimentando i prezzi e, insieme, il rischio di esplosione di una bolla.

Ma quali sono le misure del fenomeno che hanno allarmato l’analista di Bloomberg? Fatto 100 il livello dei prezzi e degli altri parametri al 2015, si nota che in Canada abbiamo un valore dei prezzi immobiliari che è oltre il 55% in più rispetto alle entrate e che i prezzi delle case in assoluto sono aumentati di oltre il 24% in soli quattro anni.

Continuiamo a monitorare i prezzi del Real Estate Canadese.

grafico prezzi delle case nel mondo 2019